Logo Imeb
Vai all'indice prodotti »

Quadri di Bassa Tensione MODUL 700 PMCC

Quadro di distribuzione controllo e comando motori

  • interruttori e cassetti partenza motore, fissi ed estraibili
  • quadro modulare che permette facile esecuzione di modifiche e ampliamenti
  • totalmente accessibile dal fronte
  • cassetti estraibili Tecnologia Martelli di proprietà IMEB, consentono di intervenire sul quadro senza togliere tensione alle sbarre principali
  • con il nuovo cassetto 1/2 modulo fino a 18 partenze motore di tipo diretto per colonna fino a 15 kW
  • sbarre principali e derivate in piatto di rame elettrolitico (stagnate o argentate a richiesta)
  • aerazione del quadro per circolazione naturale d’aria
  • organi interbloccati per evitare manovre errate e per garantire la sicurezza dell’operatore
  • configurazione tenuta all’arco interno sui 4 lati
  • segrazioni dalla forma 3b (soluzione standard) fino alla forma 4b

 


Il quadro di bassa tensione Power Motor Control Center, MODUL PMCC, con interruttori e cassetti partenza motore, fissi ed estraibili è indispensabile sopratutto per gli impianti che devono funzionare a ciclo continuo, consentendo arresti brevi dei motori e inoltre soddisfa la necessità di applicazioni sempre più sofisticate, quali quadri intelligenti, SCADA, PLC,DCS, e il continuo adeguamento alle norme.

La modularità del quadro permette la facile esecuzione di modifiche, ampliamenti e grazie ai cassetti estraibili è possibile intervenire sul quadro senza togliere tensione alle sbarre principali. Tutti gli organi sono interbloccati per evitare manovre errate e per garantire la sicurezza dell’operatore, anche grazie alla configurazione tenuta all’arco interno sui 4 lati e alle segrazioni dalla forma 3b (soluzione standard) fino alla forma 4b.

Caratteristiche costruttive

Struttura

Ogni quadro è formato da scomparti completamente indipendenti assiemati tra loro con bulloni, la struttura portante di ogni scomparto è realizzata con lamiera prezincata fino a 2,5 mm di spessore.

Alla struttura vengono fissate le portelle, i pannelli di chiusura laterali, posteriori e di compartimentazione, in lamiera d’acciaio dello spessore fino a 2 mm.

Verniciatura e trattamenti

Le lamiere esterne e le portelle sono verniciate con ciclo alle polveri epossidiche di colore standard RAL 7035. Viti, bulloni e altri particolari sono in acciaio 8.8 zincopassivati.

Aerazione

L’aerazione del quadro PMCC avviene per circolazione naturale d’aria

Prafabbricazioni

Il quadro è completamente prefabbricato per garantire l’alta precisione nel tempo, ed è totalmente accessibile dal fronte. Per questa ragione può essere installato a doppio fronte o addossato a parete.

Sistema a sbarre

Le sbarre principali e derivate sono in piatto di rame elettrolitico e a richiesta possono essere stagnate o argentate.

Vani risalita cavi/morsettiere

In questa sezione con larghezza 250 o 400 mm, sono ubicati, per ciascuna utenza, morsetti di uscita di potenza e ausiliari (max 30 morsetti per cassetto). Sono previste apposite calotte isolanti per la protezione contro i contatti accidentali. Il circuito di protezione (PE) in rame nudo, opportunamente dimensionato, si sviluppa per tutta la lunghezza del quadro ed è accessibile per i collegamenti nella parte alta di ogni vano cavi. Tutte le parti della struttura sono fissate tra loro in modo da garantire la continuità elettrica e l’effettiva connessione al circuito di protezione. Trecce flessibili in rame nudo, di sezione adeguata, assicurano il collegamento alla struttura metallica delle portelle equipaggiate di apparecchiature.

Scomparto risalita cavi

La predisposizione di morsettiere nella risalita cavi permette di individuare le connessioni e di semplificare il cablaggio. La disposizione delle morsettiere e delle protezioni garantisce il massimo della sicurezza permettendo la piena accessibilità. La rimozione delle segregazioni del vano risalita cavi permette l’accesso alla giunzione delle sbarre principali.

Cassetti estraibili

Il “cuore” del Power Motor Control Center è il cassetto estraibile (Tecnologia Martelli di proprietà IMEB), formato da un robusto telaio in lamiera prezincata dello spessore di 1,5 ÷ 2mm e il meccanismo di traslazione e rotazione delle pinze di potenza e ausiliarie.

Questo esclusivo sistema permette, in condizioni di massima sicurezza per l’operatore, di far assumere al cassetto, a porte chiuse, le seguenti posizioni indicate dal sinottico:

  • Sezionato: cassetto in cubicolo con tutti i contatti di potenza e ausiliari disconnessi
  • Test: contatti di potenza disinseriti, contatti ausiliari connessi, ruotando la leva solidale alla portella
  • Connesso: tutti i contatti sono connessi

Grazie al nuovo cassetto 1/2 modulo è possibile contenere fino a 18 partenze motore di tipo diretto per colonna fino a 15 kW. Il nuovo cassetto è caratterizzato dalle stesse pinze a traslazione e rotative dei cassetti più grandi, a garanzia della massima sicurezza dell’operatore anche in caso di arco interno.

In ogni condizione il cassetto resta vincolato da apposite guide, la portella chiusa e il grado di protezione invariato. Le pinze di potenza e ausiliarie restano preservate da errate manovre o urti durante la movimentazione fuori dal quadro.

Portella

La portella può essere aperta solo quando il cassetto è in posizione di sezionato, mentre il cassetto 1/2 modulo ha la portella solidale al cassetto. In caso di emergenza o per controlli con termocamera, è comunque possibile l’accesso al personale specializzato e addestrato alle apparecchiature all’interno del cassetto di servizio.

Manovre

Il cassetto e l’interruttore/sezionatore (se forniti), vengono manovrati da maniglie distinte e fissate sulla portella, lucchettabili in tutte le posizioni.

Interblocchi

Sono disponibili i seguenti inteblocchi:

di posizione: impedisce ogni manovra se il cassetto non è posizionato correttamente nel vano

meccanico: un dispositivo meccanico tra la maniglia di comando del cassetto e dell’interruttore o sezionatore impedisce qualsiasi manovra se l’interruttore è chiuso. Non permette di chiudere l’interruttore se il cassetto non è correttamente posizionato

elettrico: nel caso di cassetto con sole basi portafusibili un finecorsa impedisce il sezionamento sottocarico del cassetto effettuando l’apertura del contattore

Power Motor Control Center a cassetti fissi ed estraibili

In alternativa o combinati con i cassetti estraibili, il quadro PMCC, può essere fornito con cubicoli rimovibili avvitati alla struttura oppure con interruttori fissi, rimovibili o estraibili, per arrivo e protezione del trasformatore, partenze linea e commutazione rete/gruppo elettrogeno. Le singole partenze, sia motori che feeder, vengono completamente cablate a banco (morsettiere incluse) ed il loro inserimento nel quadro è molto veloce in quanto, oltre alla connessione dei cavi di potenza in ingresso, è sufficiente fissare il pannello alla struttura con apposite viti. Sono anche disponibili cubicoli per interruttori modulari che a richiesta possono essere forniti con ulteriore porta frontale provvista di oblò di ispezione.

Sistema di connessione

I sistemi di connessione per l’alimentazione dei cassetti sono progettati per le seguenti correnti di cortocircuito del quadro:

  • 50 kA per 1 secondo, con sistema MCC86
  • 70 kA per 1 secondo, con sistema MCCC73

Caratteristiche dei componenti

Apparecchiature

Nel quadro si possono montare le seguenti apparecchiature di potenza:

  • interruttori aperti
  • interruttori scatolati
  • interruttori modulari
  • sezionatori sottocarico con o senza fusibili
  • inverters e softstarters
  • rifasamento automatico
  • PLC, SCADA, DCS

Area Download