Serie FRHB: piattina flessibile rosso-nera, non schermata

collegamento di altoparlanti-sistemi hi-fi, posa fissa

  • conduttori: cordina flessibile in rame nudo
  • isolamento: PVC antifiamma
  • colorazione anime: rosso e nero
  • assemblaggio: anime isolate a formare una piattina

Sezioni 0,35 – 0,50 – 0,75 – 1,50 – 2,50 mm²: da 2×0,35 a 2×2,50


Serie ORION: cavi multi-coppie digitale (AES/EBU), schermati LSZH, ORIn nx2x0,25 mm²

per collegare la strumentazione ai pannelli di controllo, le periferiche ai miscelatori del suono e agli amplificatori in audio-frequenza, posa fissa

  • conduttori: solidi in rame nudo
  • sezione: 0,25 mm²
  • isolamenti: PEE
  • schermatura singola coppia: nastro AL/PET + filo di continuità
  • guaina singola coppia: mescola LSZH
  • schermatura globale: nastro AL/PET + treccia in rame stagnato
  • guaina esterna: mescola LSZH, colore grigio

Sezione 0,25 mm²: da 2x2x0,25 a 12x2x0,25


Serie AURIGA – schermati: cavi multi-coppie audio analogico AURn nx2x0,22 mm²

per collegare la strumentazione ai pannelli di controllo, le periferiche ai miscelatori del suono e agli amplificatori in radio-frequenza, posa mobile e discontinua

  • conduttori: cordina in rame stagnato
  • sezione: 0,22 mm²
  • isolamenti: PE
  • schermatura singola coppia: nastro AL/PET + filo di continuità
  • guaina singola coppia: PVC
  • guaina esterna: PVC, colore nero opacizzato

Sezione 0,22 mm²: da 2x2x0,22 a 40x2x0,22


Serie FRHB

Piattina rosso-nera per il collegamento di altoparlanti nei sistemi Hi-Fi, posa fissa.

  • conduttori: cordina flessibile in rame nudo
  • isolamento: PVC antifiamma
  • colorazione anime: rosso e nero
  • assemblaggio: anime isolate a formare una piattina

Sezioni 0,35 – 0,50 – 0,75 – 1,00 – 1,50 – 2,50 mm²: da 2×0,35 a 2×2,50

Cavi multi-coppie audio digitale (AES/EBU)

Mentre l’applicazione audio digitale è presente da oltre venti anni, la sua attività di standardizzazione è relativamente recente.
 Due organizzazioni internazionali quali AES (Audio Engineering Society) e EBU (European Broadcasting Union) svilupparono insieme nel 1992 uno standard di trasmissione audio digitale conosciuto come lo standard AES/EBU così come AES-1992, ANSI S.40-1992 o IEC 958. Il mezzo trasmissivo è un conduttore con una capacità di larghezza di banda molto ampia da permettere una trasmissione seriale di bit di dati audio digitali. 
L’interfaccia audio digitale AES/EBU è progettata per trasmettere due canali di audio digitale, ciascuno dei quali usa tra 16 e 24 bits per campione su di un filo elettrico.

  • Lo standard originale AES/EBU specificava l’uso di una coppia twistata schermata (interfaccia bilanciata), mentre una versione più recente prevede l’uso di un cavo coassiale a 75 Ω (interfaccia sbilanciata).
  • La versione dello standard AES3-1992, che prevede l’uso di una interfaccia bilanciata, specifica sia al lato trasmettitore che al lato ricevitore una impedenza d’ingresso di 110 Ω e diffida dall’uso di più di un ricevitore attraverso il cavo di alimentazione.
  • La versione dello standard AES3id-1996 definisce una interfaccia sbilanciata a 75 Ω di impedenza.
In questo caso per garantire un buon “return loss” lo standard richiede valori di tolleranza dell’impedenza molto limitati (75±3 Ω).

I cavi impiegati per la trasmissione di segnali audio digitali esenti da distorsioni o perdite in bassa frequenza (20 Hz÷30 kHz), sono progettati e realizzati sulla base delle specifiche frequenze di utilizzo e caratteristiche applicative.

La gamma di cavi per trasmissioni audio digitali proposta da CEAM CAVI SPECIALI si colloca ai massimi livelli qualitativi ed è destinata all’impiego professionale.
 Si tratta di prodotti che per il tipo di applicazione richiedono caratteristiche elettriche e meccaniche di prestazione ed affidabilità assoluta e che vengono impiegati in studi di registrazione radio, televisivi e discografici, teatri, cinema, auditorium, discoteche, studi per riprese cinematografiche e televisive in ambienti esterni, sale per conferenze, stadi e strutture sportive.

I cavi audio multi-coppie sono utilizzati per collegare la strumentazione ai pannelli di controllo, le periferiche ai miscelatori del suono e agli amplificatori in audiofrequenza.
 Per queste applicazioni i cavi devono essere progettati per avere bassa capacità e quindi basse perdite, buona simmetria delle coppie e ottima efficacia di schermatura, in modo da garantire linee di trasmissione estese e ridurre al minimo i disturbi interni ed esterni.

Cavi multi-coppie audio analogico

L’audio analogico, informazione elettronica rappresentante il suono in forma analogica, è stato il primo ad essere utilizzato. Il passaggio in questi decenni dall’audio analogico all’audio digitale è stato accelerato dall’industria dell’elettronica, per il motivo che l’informazione elettronica digitale possiede una qualità superiore rispetto a quella analogica. Per contro bisogna considerare che la qualità dell’informazione elettronica non dipende dal tipo di rappresentazione utilizzata, ma da come viene realizzata tale rappresentazione. Per questo specifico settore di diffusione sonora, CEAM CAVI SPECIALI progetta e produce una gamma completa di cavi e sa rispondere alle diverse esigenze di mercato con una produzione perfettamente adatta alle richieste dei clienti.
Le diverse tipologie di cavi, per loro composizione e alta qualità dei materiali impiegati, trovano una grande versatilità di impiego. Le serie di cavi TAURUS/Y, ORBITER, OMEGA e AURIGA sono costituite da cavi bilanciati multi-coppie, schermati, con sezioni comprese tra 0,14 e 0,22 mm2 , di formazioni diverse e realizzati con materiali che ne rendono possibile l’impiego sia per posa fissa che per posa mobile discontinua. La loro caratteristica comune è la non propagazione della fiamma.

L’opportuno dimensionamento della guaina e la relativa prova di tensione in acqua, permette alle suddette serie di cavi di poter essere installati in un unico condotto o canale o passerella, senza interposizione di setti separatori, con cavi energia per sistemi di I categoria, aventi marcatura sia 450/750 V sia 0,6/1 kV, utilizzati per sistemi a tensione nominale verso terra (Uo) fino a 400 V. In questo caso il contrassegno da utilizzare è costituito da: C-4 (Uo= 400 V), secondo la Norma CEI UNEL 36762 di riferimento.

Area Download