Serie CR0

sensori d’Area a sbarramento polarizzato in corpo compatto

  • raggi paralleli
  • altezze controllate 70 mm
  • distanze di rilevazione 5 m
  • uscite digitali NPN e PNP e IO-Link
  • regolazione tramite Teach-In
  • possibilità di eseguire funzione di Blanking
  • sistema di comunicazione IO-Link
  • rilevano qualsiasi oggetto che oscuri o riduca l’intensità luminosa del fascio di luce che ritorna dal riflettore.

Rilevazione:

  • dimensioni: 20×36 mm
  • distanza operativa nominale: 0 – 5 m
  • distanza operativa riflettore: 0,2 – 5 m
  • diametro dell’oggetto rilevabile: 6 – 12 mm

Dopo il lancio della nuova famiglia di sensori di area in corpo metallico CX, M.D. Micro Detectors ha deciso di ampliare ulteriormente la propria offerta di Area Sensor con l’introduzione di CR0: il nuovo array fotoelettrico con riflettore.

Dopo gli ultrasuoni, M.D. Micro Detectors ha quindi realizzato una nuova famiglia di prodotti con sistema di comunicazione IO-Link in modo tale da offrire ai propri Clienti soluzioni sempre più in linea con il paradigma di Industry 4.0.

Le cortine fotoelettriche della serie CR0 sono dispositivi optoelettronici utilizzabili per il rilevamento della presenza di qualsiasi oggetto che oscuri o riduca l’intensità luminosa del fascio di luce che ritorna dal riflettore. II corpo è realizzato in alluminio blu di sezione 20 x 36 mm; in pratica è stato utilizzato lo stesso profilo compatto con cui sono prodotti i sensori d’area CX. La parte superiore del sensore, sede del pulsante di Teach-in per il settaggio e la regolazione del prodotto, è realizzata in materiale trasparente per permettere un’ottima visibilità dei LED di indicazione. La finestra ottica è in PMMA e il grado di protezione del prodotto è IP67.

In tutti i modelli della serie CR0 sono presenti due LED per segnalare i vari stati del sensore: allineamento, stato dell’ottica e indicazione guasti. Tali LED sono disposti nella parte superiore della cortina e sono stati scelti componenti in grado di emettere luce intensa e diffusa in tutte le direzioni per garantire un’ottima visibilità in tutte le condizioni e in tutti i contesti industriali in cui può essere utilizzato il sensore.

Gli array fotoelettrici CR0 hanno un’ottica composta da una serie continua di lenti con passo 10 mm per un’altezza complessiva della finestra ottica di 69 mm; le funzioni dei singoli elementi sono alternativamente di emissione e di ricezione realizzando di conseguenza una successione continua di sei coppie di elementi reflex, con luce emessa polarizzata e avente lunghezza d’onda 617 nm.

Il campo di lavoro nominale è 0,2…5 m con catarifrangente RL106G (42 x1 82mm), ma possono essere utilizzati anche altri catarifrangenti quali, per esempio,RL105(40x90mm),RL135 (20 x 100 mm) e la carta RL100D.

L’oggetto minimo rilevabile ha diametro 6 mm.

Tutti i modelli
 della
 serie CR0 
dispongono
 di un pulsante 
localizzato nella
 parte superiore della
 cortina dedicato all’attivazione delle funzioni di menù: Teach-in e Blanking. Esistono due modalità di Teach: la standard è il Teach_G (rough teach), che seleziona un Margine 2 mentre la variante è il Teach_F (fine teach), che seleziona un eccesso di guadagno pari a 1,2 volte la soglia. Questa seconda modalità di regolazione può essere usata solo nel caso in cui il sistema e l’ambiente consentano una grande pulizia e stabilità meccanica. Il sensore non utilizza sistemi automatici d’inseguimento del segnale, ma basa la sua ripetibilità su un sofisticato controllo delle derive termiche.

Il blanking dei raggi permette di adattare l’altezza della finestra ottica attiva alla specifica applicazione, eliminando progressivamente coppie di raggi. Le coppie attive vanno da un massimo di sei a un minimo di uno.

La connessione elettrica è di tipo pigtail, costituita da un connettore M12 maschio da quattro o cinque poli con cavo di 220 mm.

I modelli della famiglia CR0 dispongono di quattro circuiti di interfaccia che possono essere combinati in modi diversi in funzione del modello e del numero di cavi di uscita:

  1. Alimentazione 15…30 V
  2. Uscita IO-LinkoSIO(C/Q), PNP/NPN/PUSH-PULL
  3. Uscita ausiliaria (Q): PNP/NPN/PUSH-PULL
  4. Ingresso ausiliario per selezione commutazione impulso LUCE/ BUIO o altro

Di seguito si riportano, a titolo esemplificativo, alcune delle situazioni in cui possono trovare applicazione i sensori della famiglia CR0:

  • rilevamento del bordo anteriore, per ottimizzare le distanze tra gli oggetti sui nastri di separazione e sui convogliatori
  • rilevamento preciso e affidabile del bordo anteriore di assi di legno piatte, per evitare interruzioni del processo
  • rilevamento affidabile di prodotti senza bordi uniformi, per garantire la qualità del processo
  • Pick-to-Light, per guidare l’operatore a prelevare il materiale dalle giuste posizioni

Con i sensori CR0, M.D. Micro Detectors amplia la propria famiglia di Area Sensor, una tipologia di prodotti che furono per primi realizzati e lanciati sul mercato proprio dalla nostra Azienda. CR0 è un prodotto innovativo che può assumere ancora maggiore rilevanza nell’ambito di Industria 4.0!

Area Download

Area Multimedia