Efficacia al 100% del dispositivo di arresto

  • Connessione a molla
  • pensato e progettato per ottimizzare le prestazioni dei contatti NC dei funghi di emergenza
  • Fattore di rischio pari a zero.
  • Apertura del contatto NC in caso di rilascio accidentale del blocco di contatto dalla base.
  • In caso di rottura di uno dei supporti il contatto apre il circuito bloccando ogni ulteriore funzionamento del macchinario.

Un passo avanti nella prevenzione degli infortuni e nell’intervento dei dispositivi di sicurezza.

Giovenzana International B.V. ha sviluppato in accordo con la CEI EN 60204-1 una nuova tecnologia nel campo dell’automazione e del sollevamento, il contatto di sicurezza PCW01FT. Il prodotto è stato pensato e progettato per ottimizzare le prestazioni dei contatti NC dei funghi di emergenza che si traduce in un fattore di rischio pari a zero.
Il contatto NC si apre in caso di rilascio accidentale del blocco di contatto dalla base. Nel caso in cui uno dei supporti si rompa il contatto è progettato per intervenire e aprire il circuito così da bloccare ogni ulteriore funzionamento del macchinario.

 


Conforme alla normativa EN 81.20 (par. 5.11.2.2)

I contatti di sicurezza devono essere conformi alla norma EN 60947-5-1:2004, Allegato K con un grado minimo protezione IP4X (EN 60529) e una durata meccanica adeguata ai fini proposti (almeno 106 cicli di funzionamento) oppure rispettare i seguenti requisiti:

 

  • par. 5.11.2.2.1

Il funzionamento di un contatto di sicurezza deve avvenire mediante la separazione efficace degli organi di interruzione. Tale separazione deve verificarsi anche se i contatti sono saldati insieme.

La progettazione di un contatto di sicurezza deve essere tale da minimizzare il rischio di un corto circuito derivante dal guasto di un componente.

NOTA: Un’apertura efficace si ottiene quando tutti gli elementi di contatto di apertura sono portati alla loro posizione aperta e quando per una parte essenziale della corsa non vi sono elementi elastici (ad esempio molle) tra i contatti mobili e la parte dell’attuatore a cui viene applicata la forza di azionamento.

 

  • par. 5.11.2.2.2

I contatti di sicurezza devono fornire una tensione nominale di isolamento di 250 V se la custodia fornisce un grado di protezione di almeno IP 4X (EN 60529), oppure 500 V se il grado di prote- zione della custodia è inferiore a IP 4X (EN 60529).

Area Download

Area Multimedia

Altri prodotti a cui potresti essere interessato

Visualizza tutti i prodotti »